chi sono

scrittore originale

Nome in codice: SynthWriter
Nome in codice (genetico): Andrea Pegolo
Cittadinanza torinese, anche se mi sono spostato di qualche metro
Classe ’76, ultimo banco a sinistra.
Professione: copywriter, scrittore, social media manager. Nonché CEO della mia vita.
Segni particolari: scopriteli, non spiattello tutto!

Nel lontano 2010, ho vinto il concorso 128battute di La Feltrinelli con questo haiku:

Se solo piovesse dal basso verso l’alto,
mi aggrapperei alla prima goccia che sale

Partecipai all’iniziativa sotto le mentite (?) spoglie di SynthWriter. Da allora, questo pseudonimo mi definisce nell’emisfero social e virtuale.

“Synth” (Synthesis) perché unisce due mie obbiettivi: da un lato, la ricerca di sintesi intesa come brevità/rapidità nella comunicazione (128battute fu un esperimento d’avanguardia in tal senso). Dall’altro lato, sintesi intesa quale comunione tra diversi strumenti di comunicazione.

Non riesco a limitarmi, infatti, al mio mestiere, ovvero quello dello scrittore/copywriter, devo spesso comunicare attraverso altre forme, come la musica, la fotografia e il blogging, mie grandi passioni.

Questo blog nasce appunto con l’intento di “sfogare” ciò che sono e ciò che mi piace fare, mischiare le arti, cercare una creatività trasversale, forse più istintiva che razionale.
Per questa ragione, Mamma Google, so già, non mi calcolerà molto sul suo motore di ricerca, che predilige contenuti specialistici e contesti settorializzati, ma ho comunque voglia di mettermi in gioco con i pochi (ma buoni?) che giungeranno sulle pagine di questo blog.

Dimenticavo, oltre che un appassionato di sport e pasta fatta in casa, sono anche papà di due splendidi bimbi, che rappresentano uno spunto di ispirazione quotidiano e mi permettono di affinare un’altra arte, una che richiede (e altroché se lo richiede!) sintesi comunicativa: l’essere genitore.

Per metterti in contatto con me, clicca qui.

P.S.: Ho cancellato tutto del mio blog precedente, solo per una ragione: da oggi si rinasce!

7 commenti

  1. Non trovo alcun cenno nella presentazione al fatto che hai un passato da calciatore in odor di professionismo.
    Il professionismo non si è concretizzato, ma resti un calciatore di tutto rispetto. Ed è giusto che si sappia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *