Oggetti stravaganti non identificati

La top five del trash negli articoli per la prima infanzia 

“Dunque, esaminiamo la situazione: normalmente le vostre budella si ritroverebbero sparpagliate nel locale, ma per caso mi avete trovato in un periodo di transizione, perciò non voglio uccidervi, voglio aiutarvi”
Jules Winnifield in Pulp Fiction

Iniziamo da un finale, quello splatter del film Braveheart – Cuore impavido. Il patriota scozzese William Wallace, interpretato da Mel Gibson, è vittima di una lenta e sadica tortura da parte degli inglesi. W.W. ha solo una possibilità per scampare alla morte: chiedere “Pietà” ai suoi torturatori. Per ‘tagliare’ corto: lui fa il figo, grida “Libertà” rivolgendosi alla piazza gremita e, in segno di gratitudine, viene decapitato da un boia che certo non passava di lì per caso.
Al di là dei dialoghi e delle azioni che intercorrono tra i personaggi, questa sequenza propone una carrellata dei più rinomati strumenti di tortura dell’epoca, opere di una mente tanto geniale quanto perversa a cui s’inchinerebbe perfino il buon Dexter, uno dei più raffinati ingegneri del serial killing

...LEGGI TUTTO